Come scegliere un Software per l’Animazione 2D

Ho già scritto di software per animazioni 2D professionali commerciali e open source, ma in questo articolo elencherò una serie di dettagli che possono indurre alla scelta del programma più consono alle proprie esigenze e possibilità. Seguirà una panoramica generale e poi uno specchietto grafico in cui elencherò alcuni pro e contro.

Attualmente lo standard nel settore dell’animazione professionale può essere identificato in tre programmi, come primo cito Toon Boom Harmony, per intenderci le produzioni realizzate con questo programma sono tantissime, basta fare una ricerca su wikipedia. Adobe Animate, per anni è stato denominato “Flash” ed ha determinato uno stile specifico di animazione tant’è che si è parlato per anni di “flash animation” inventando proprio uno stile molto basico di animazione fatto con pochi frames, a volte con interpolazioni meccaniche e con movimenti in stile marionetta, solitamente per produzioni a basso costo. TV Paint rappresenta lo standard per le produzioni legate al frame by frame, in quanto si basa sul sistema più tradizionale anche se lavora in digitale ed ha una grande varietà di pennelli per ottenere colorazioni in stile pittorico e un’ottima gestione delle immagini raster. Quando si parla di standard s’intende che la maggior parte delle aziende usa un determinato programma, questo molte volte per accordi commerciali o per determinate caratteristiche di quest’ultimo. Moho Pro è un software che negli anni si è imposto come alternativa alla tradizionale tecnica di animazione frame by frame e rispetto ai primi tre programmi sopracitati è un po’ carente dal punto di vista del disegno e colorazione a mano libera, ma dal punto di vista delle animazioni generate come morphing, animazione di punti di vettore, automazioni e rigging a mio avviso è superiore a tutti gli altri . Toonz Premium è stato il software utilizzato dallo Studio Ghibli per anni e forse ancora oggi nonostante sia uscita la versione open source che si chiama OpenToonz. E’ stato usato anche per la realizzazione della serie animata di “Futurama” ed è ad oggi l’unico software di produzione italiana nel settore, Toonz ha più o meno le stesse caratteristiche dei software sopracitati. Per ultimi cito Clip Studio Paint e Photoshop, con i quali si possono realizzare animazioni frame by frame con un minimo di interpolazione sugli spostamenti di camera o livelli e opacity. Dal punto di vista dell’animazione rimangono software basici basati su disegno fotogramma per fotogramma, non presentano funzioni elaborate di inbetween, rig e spazio 3D. Altri programmi commerciali non vengono citati in questo articolo in quanto penso che questi in elenco siano i più rappresentativi per completezza per quanto riguarda l’animazione 2D digitale.

Di seguito invece alcuni software open source professionali

OpenToonz come detto prima, è nato da una costola di Toonz ed è ad oggi il più completo software open source per l’animazione 2D, presenta tutte le caratteristiche per competere con i big del settore. Krita come alternativa a Photoshop, presenta la possibilità di creare animazioni frame by frame e importare file audio, nonché potenti strumenti di editing dell’immagine. Blender seppur conosciuto come programma per grafica 3D, presenta diverse caratteristiche d’impiego in altri campi come nell’animazione 2D grazie al grease pencil, creando animazioni vettoriali freame by frame, rig, morphing, utilizzo camera 3D, spazio tridimensionale ed effetti particellari.

Di seguito riporto una tabella sulla base della mia esperienza di utilizzo per comparare i vari programmi per quanto riguarda le loro caratteristiche principali.

Aggiornato al 20/07/2019

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*