DaVinci Resolve vs Hitfilm Pro vs Premiere e After Effects




Il titolo è da duello all’ultimo sangue e ti spiego il perché.

Dal 2011 l’azienda inglese FXhome ha piazzato sul mercato un software di video editing,  compositing ed effetti speciali in un unico programma, Hitfilm Pro e Hitfilm Express (versione gratuita), che in pratica fa sommariamente  quello fa Adobe Premiere e After Effects messi insieme, con l’aggiunta delle composizioni in 3D vero e proprio (solo la versione Pro). Ho già pubblicato un articolo in tal senso (se vuoi leggilo qui). Hitfilm parla la stessa lingua di After e molte funzioni sono simili,  ma ha due punti di forza: il costo decisamente inferiore ed effetti pronti all’uso. In After i preset devi crearli tu, se pensiamo per esempio agli effetti particellari realistici, o compri plug-in esterne, quindi tempo in più o soldi in più da spendere. Certo After sotto altri aspetti presenta caratteristiche diverse da Hitfilm come per esempio il fatto che è più predisposto per la motion graphics, oppure per citare un vantaggio, direi che generalmente  è più performante su un qualsiasi computer rispetto ad Hitfilm. Sulla scia della FXhome ora è la volta dell’australiana Blackmagic Design che da qualche mese, nel suo software per video editing DaVinci Resolve , ha integrato Fusion, che è un altro programma della casa dedicato alla motion graphics,  digital compositing e vfx dall’approccio paragonabile a quello che rappresenta oggi il software standard di Hollywood quale Nuke. Il paragone con Nuke viene fuori dal fatto che le composizioni e gli effetti sono basati su un sistema nodale e non sul cosiddetto “layering” come in After Effects e in Hitfilm.

Sembra quindi che la tendenza nel futuro sia quella di avere tutto in un unico programma, dunque non solo editing video, ma anche compositing e vfx, questo sempre perché il tempo è danaro e risparmiarlo facendo tutto dallo stesso software è un guadagno, e lo è anche spendere meno. DaVinci Resolve 15 ha due versioni una gratuita e una Studio dal costo contenuto di 259€ circa, la versione base è professionale e permette di fare moltissime cose, la Studio invece è quella super completa. A questo link puoi scaricare la versione gratuita o acquistare la versione Studio.

Ho provato DaVinci Resolve 15 e sono rimasto sorpreso dalla facilità di utilizzo, dall’organizzazione dello spazio di lavoro, dalle molteplici funzioni e dalle moltissime possibilità che ora offre con Fusion integrato. Facciamo un po’ di riflessioni comparando i vari software. L’Adobe è un’azienda ormai piazzata sul mercato, persino le capre conoscono il nome dei programmi che sviluppano da tanti anni, per cui nell’immaginario collettivo questi programmi sono un “must”, ma questi miti verranno sfatati dai professionisti che pian piano considereranno altre strade dettate da condizioni più favorevoli o approcci diversi che hanno i nuovi programmi sul mercato, ma questo è relativo al momento perché magari, per esempio, le prossime versioni di After o Premier avranno un pannello super sonico dedicato alla color correction  come ora ce l’ha DaVinci Resolve, che a mio avviso è in cima alla classifica per questa determinata caratteristica ma anche se penso al camera tracker 3D che funziona molto bene. Resolve15 seppur in versione Beta secondo me è superiore ai due programmi Adobe messi insieme non solo per il fatto che racchiude due software in uno, facendo risparmiare tempo e soldi agli utilizzatori, ma penso sia anche altamente professionale puntare sul sistema nodale dato che questo permette maggior controllo rispetto al sistema del layering come quello di After Effects e Hitfilm. Per concludere credo che la direzione della Blackmagic Design sia quella giusta e più conveniente per i professionisti del settore ma anche per chi si avvicina per la prima volta a questo mondo se pensiamo alla versione gratuita, dunque ci vorrà solo un po’ di tempo per occupare più mercato e forse quello più specializzato verso gli effetti speciali e compositing, nel frattempo attendiamo contro mosse da parte dei super big del momento.

Per approfondire l’argomento montaggio video, compositing ed effetti speciali consiglio delle letture che sono dei must del settore.

Digital Compositing for Film and Video: Production Workflow and Techniques

Design for Motion: Fundamentals and Techniques of Motion Design

Manuale del montaggio. Tecnica dell’editing nella comunicazione cinematografica e audiovisiva




Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*